Mostre e eventi

Francesco Ciusa

I diversi volti della Sardegna

Il riallestimento della sala “Francesco Ciusa” vuole raccontare, a distanza di 114 anni dalla partecipazione alla Biennale di Venezia…

SCOPRI DI PIù

Ubaldo Badas pittore

I pennelli di Eupalinos

Da venerdì 11 giugno il salone centrale del primo piano della Galleria Comunale d’Arte di Cagliari ospita la mostra…

SCOPRI DI PIù

FONDO DELL’ARTE SACRA DELLA COLLEZIONE FRANCESCO PAOLO INGRAO

Le indubbie qualità di grande connoisseur di Francesco Paolo Ingrao, evidenti nella scelta delle sculture e dei dipinti…

SCOPRI DI PIù

Il tour virtuale

 

I Musei Civici di Cagliari si aprono virtualmente al pubblico, esplora le sale della Galleria Comunale d’Arte attraverso il virtual tour.

 

PIANO TERRA PRIMO PIANO

Galleria Comunale d’Arte Cagliari

Storia del Museo

La Galleria Comunale d’Arte sorge all’interno dello splendido scenario dei Giardini Pubblici. Il prospetto principale neoclassico è stato realizzato nel 1828, su progetto di Carlo Boyl di Putifigari che intervenne sull’originario fabbricato della Polveriera regia sabauda, risalente alla fine del 1700.

È all’inizio degli anni Trenta del secolo scorso che l’edificio subisce delle nuove modifiche per divenire Galleria d’Arte, primo museo civico della Sardegna, inaugurato nel 1933. In quella occasione i lavori di sistemazione dell’edificio furono affidati al progettista cagliaritano Ubaldo Badas.
Nuovi lavori di restauro nel 1998, in occasione dell’allestimento della collezione di Francesco Paolo Ingrao, hanno dato alla Galleria l’attuale configurazione.
Nel 2015 è stato aperto il pubblico il CArteC, estensione della Galleria situata nelle grotte dei giardini, destinato all’arte contemporanea.

L'esposizione

Il Museo ospita un’ampia raccolta di opere d’arte del Novecento. L’esposizione permanente comprende la Collezione Ingrao, costituita dalle opere dei più grandi maestri italiani del Novecento, tra cui Umberto Boccioni, con trentuno opere fra dipinti e disegni, Giacomo Balla, Mario Sironi, Fortunato Depero, Gino Severini, Filippo De Pisis, Carlo Carrà, Ottone Rosai e Mario Mafai. A Giorgio Morandi è dedicata la sala che espone tre oli, nove disegni e l’importante carteggio fra l’artista e il collezionista Ingrao. Mino Maccari è presente con quaranta opere, che costituiscono la più rappresentativa esposizione in un museo pubblico dell’artista. A Francesco Ciusa, tra i maggiori artisti sardi del Novecento, è dedicata la sala omonima, che espone le sue sculture in gesso, primo nucleo della Collezione Civica di Artisti Sardi.

Una selezione dalla Collezione Civica d’Arte Contemporanea, tra le più complete e interessanti in Italia tra gli anni Sessanta e Settanta, è esposta nella Sala Ugo, rappresentativa dei più significativi indirizzi della ricerca contemporanea in campo nazionale ed europeo. Propone opere, fra gli altri, di Agnetti, Boriani, Campus, Casula, Cavaliere, Drei, Paolini, Pesce, Rotella e Tagliaferro.

All’esterno sculture dall’epoca romana alla contemporanea: ultima acquisizione, nelle fontane dei Giardini, i Dormienti di Mimmo Paladino (2011).

Visite al museo

 Orario

dal martedì alla domenica
dalle 10.00 alle 18.00

Prenotazioni al numero:

070 6776454

 

 

 

Biglietteria

 

La biglietteria chiude 30 minuti prima dell’orario di chiusura

Biglietti ridotti:

Studenti fino ai 26 anni, gruppi di almeno 15 persone, adulti oltre i 65 anni

Ingresso gratuito:
Bambini fino ai 6 anni, disabili e loro accompagnatori, giornalisti iscritti all’albo professionale ICOM

Biglietto
euro 6,00 intero – euro 3,00 ridotto

 

 

I musei

I musei