Francesco Ciusa – I diversi volti della Sardegna

Dal 11 Giugno 2021

mostra

La mostra

Il riallestimento della sala “Francesco Ciusa” a cura dei Musei Civici, vuole raccontare, a distanza di 114 anni dalla partecipazione alla Biennale di Venezia della celebre scultura “La madre dell’ucciso”, quella felice temperie culturale che nei primi trent’anni del XX secolo investì la città di Nuoro e la Sardegna intera, trasformando agli occhi dei “continentali” l’immagine dell’Isola, da terra di banditi, in un luogo ricco, dalla storia millenaria e dalle tradizioni peculiari che attraevano artisti, esploratori e scienziati da ogni dove.
Accanto ai gessi dello scultore nuorese – tra i quali ricordiamo l’originale de “La madre dell’ucciso” che fu presentato nel 1907 alla kermesse veneziana, la “Dolorante anima sarda”, “La filatrice” e il “Cainita” – nel rinnovato allestimento della sala, vedono nuovamente la luce alcuni dei capolavori dei maestri del primo novecento sardo, come i dipinti di Mario Delitala, Antonio Ballero, Felice Melis Marini, Giuseppe Biasi e Filippo Figari, che costituiscono parte della Collezione civica degli Artisti Sardi; a questi si aggiunge una selezione di importanti incisioni del Fondo Nicola Valle e, infine, una selezione di documenti, volumi e cartoline d’autore provenienti dal Fondo Fulvio Caporale di proprietà del Comune di Escalaplano, tra cui spicca una copia originale de “L’Eroica” e la novella “Il cane”, scritto autografo di Grazia Deledda.

Completa la selezione archivistica a cura della Biblioteca dei Musei Civici una selezione di giornali e illustrazioni d’epoca dell’Archivio multimediale dell’immaginario di Cagliari – Centro Internazionale del Fumetto,nato nel 2018 per opera e volontà di Bepi Vigna.

COME PRENOTARE LA VISITA ALLA MOSTRA
Per garantire al pubblico l’accesso alla mostra nel rispetto delle linee di indirizzo in materia di COVID-19, è richiesta la prenotazione on-line.

BIGLIETTI 

Intero: 6,00 euro
Ridotto: 3,00 euro per studenti fino ai 26 anni, gruppi di almeno 15 persone, adulti oltre i 65 anni
Gratuito: bambini minori di 6 anni, giornalisti, portatori di handicap con il loro accompagnatore e soci ICOM
Riduzioni e convenzioni: Sconto del 20% per i titolari di Rinascente Card, i possessori biglietto di ingresso del Museo Naturalistico del Territorio “G. Pusceddu” (Sa Corona Arrùbia – Lunamatrona) e del Museo della Statuaria Preistorica in Sardegna (Laconi).

Visite al museo

 

Orari  
dal lunedí alla domenica dalle 10.00 alle 20.00

 

 

 

Biglietteria

 

La biglietteria chiude 30 minuti prima dell’orario di chiusura

Biglietti ridotti:

Studenti fino ai 26 anni, gruppi di almeno 15 persone, adulti oltre i 65 anni

Ingresso gratuito:
Bambini fino ai 6 anni, disabili e loro accompagnatori, giornalisti iscritti all’albo professionale ICOM

Biglietto
euro 6,00 intero – euro 3,00 ridotto

 

 

I musei

I musei